Spunti per attività didattiche e occasioni di aggiornamento

di Maria Caterina Vittori

Si offre un quadro necessariamente parziale di eventi e tematiche che consentono di progettare attività didattiche legate all’attualità, ma anche delle occasioni di aggiornamento personale su aspetti disciplinari e relazionali che un docente deve affrontare nella sua pratica quotidiana.

 

► Il 28 marzo si rinnova l’Ora della Terra (Earth Hour), una grande mobilitazione globale che, partendo dal gesto simbolico di spegnere le luci per un’ora, coinvolge cittadini, istituzioni e imprese in azioni concrete per dare al mondo un futuro sostenibile e vincere la sfida del cambiamento climatico.

Immagine1

Dalla prima edizione del 2007, che ha coinvolto la sola città di Sidney, la grande ora di buio si è rapidamente propagata in ogni angolo del Pianeta, lasciando al buio piazze, strade e monumenti simbolo e tanti altri luoghi d’interesse, per manifestare insieme contro i cambiamenti climatici.

Sul sito del WWF  si possono trovare ulteriori notizie e un video sul significato dell’evento e sulle iniziative programmate.

► Il 22 marzo è stata celebrata la Giornata dell’acqua (World Water Day); per l’occasione sul sito della Fondazione Barilla (www.barillacfn.com) è stato lanciato un progetto di sensibilizzazione sull’uso consapevole dell’acqua  e sull’alimentazione sostenibile.

Immagine (2)

 

Attraverso un video L’acqua che mangiamo  si mette in risalto il peso dell’impronta idrica dei cibi nelle nostre scelte alimentari.

Immagine2

Dal sito si può scaricare, inoltre,  la pubblicazione Diete sostenibili  che affronta la relazione tra gli aspetti nutrizionali e l’impatto ambientale degli alimenti, tematica al centro di EXPO 2015. Servendosi graficamente di una doppia piramide, si fa notare come la salute umana e la protezione dell’ambiente siano due facce della stessa medaglia che trovano risposta in un semplice modello alimentare sostenibile: la dieta mediterranea.

► I meccanismi che sono alla base dell’apprendimento dei numeri e del calcolo, l’individuazione delle principali difficoltà di apprendimento in matematica e l’impostazione di interventi didattici e trattamenti riabilitativi efficaci sono i punti qualificanti di un Convegno il cui programma è scaricabile dal sito della Erickson.

Immagine4

Ogni docente che avesse condotto una esperienza innovativa nel campo dell’insegnamento della matematica potrà inviare fino al 31 marzo  la descrizione di  una buona prassi che, previa selezione del coordinamento scientifico, potrà essere inserita in una apposita sezione.

► Per scoprire il proprio profilo di docente inclusivo, si può compilare sul sito della Erickson un questionario di autovalutazione,  per riflettere sulle proprie metodologie e prassi didattiche orientate all’inclusione e scoprire quali sono i  punti di forza e di debolezza.

Sarà possibile anche riflettere sui sette punti della didattica inclusiva, individuati nel volume Bes a scuola, che nella propria didattica andrebbero potenziati.

I commenti sono chiusi