Progettare per competenze. In viaggio fra la matematica e le scienze

di Giuseppina Chiarelli, Attilio Luongo

L’Unità di apprendimento che presentiamo rientra nell’attività di potenziamento delle competenze realizzata in un Istituto Comprensivo per migliorare la qualità dell’insegnamento e illustrata in un precedente articolo Progetto VSQ: una esperienza.

Nella descrizione dell’UA si forniscono gli elementi essenziali della scheda di progettazione e, a titolo esemplificativo, dei materiali preparati ed utilizzati dai docenti per la verifica e la valutazione, oltre ad alcuni elaborati dei ragazzi relativi alle diverse fasi del percorso di lavoro e al prodotto finale.

TITOLO: In viaggio fra la matematica e le scienze

DATI IDENTIFICATIVI
Anno scolastico: 2012/2013
Scuola: I.C. Castel Goffredo (Mantova)
Destinatari: 3ª E – 3ª F
Insegnanti coinvolti: Attilio Luongo – Giuseppina Chiarelli

COMPITO UNITARIO IN SITUAZIONE
• Realizzare un opuscolo per l’organizzazione di un futuro viaggio d’istruzione.

COMPETENZE ATTESE
• Usare delle regole matematiche nell’affrontare problemi quotidiani.
• Affrontare situazioni problematiche costruendo e verificando ipotesi, individuando le fonti adeguate, raccogliendo e valutando i dati, proponendo soluzioni, utilizzando, secondo il tipo di problema, contenuti e metodi adeguati.
• Comprendere messaggi di genere e complessità diversi.
• Utilizzare varie fonti e varie modalità di informazione.
• Acquisire ed interpretare criticamente l’informazione ricevuta nei diversi ambiti ed attraverso diversi strumenti comunicativi, valutandone l’utilità.
• Interagire in gruppo, gestendo la conflittualità, contribuendo all’apprendimento comune e, nel contempo, far valere all’interno del gruppo i propri diritti e bisogni, nel rispetto dei limiti e delle regole.

CONTESTO DI LAVORO
• Gli alunni saranno divisi in quattro gruppi di lavoro per stimolare la cooperazione.

TEMPI
• Il lavoro si effettuerà in compresenza nella 19ª ora per 10 ore da Novembre a Febbraio.

DISCIPLINE COINVOLTE
• Matematica

OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO
• Classificare dati.
• Organizzare e rappresentare i dati in forma grafica.
• Interpretare tabelle e grafici.
• Riconoscere ed applicare relazioni di proporzionalità diretta ed inversa.
• Utilizzare i modelli interpretativi per maturare un’idea personale.

 

ATTIVITÀ

Fase 1 (1h). Gli insegnanti presentano il progetto di un viaggio di istruzione di 4 giorni e descrivono le caratteristiche che dovrà avere il prodotto finale da realizzare. Chiedono agli alunni quali sono le migliori soluzioni per il viaggio, il soggiorno e le visite nella città di Parigi. Si organizzano e si tabulano le proposte avanzate dagli alunni.

Realizzazione pratica.La classe, suddivisa 4 gruppi, ognuno dei quali lavora in maniera autonoma, inizia a svolgere il compito assegnato: realizzare un opuscolo per l’organizzazione di un futuro viaggio d’istruzione.
Il prodotto dovrà contenere le seguenti informazioni:
• Ricerca sulla città meta del viaggio  e sui luoghi di interesse scientifico da visitare.
• Scelta del mezzo di trasporto più conveniente fra quelli presi in esame.
• Individuazione dell’alloggio più adeguato alle esigenze del viaggio di istruzione.
• Calcolo dell’itinerario dall’alloggio ai luoghi da visitare.
• Calcolo del costo totale ed individuale del viaggio. Ogni gruppo dovrà, inoltre, curare l’impaginazione e la grafica del fascicolo al fine di ottenere un prodotto più accattivante. Al termine del percorso, ogni gruppo dovrà illustrare agli altri partecipanti il proprio lavoro motivandone le scelte.Gli insegnanti valuteranno, oltre al prodotto realizzato dal gruppo, il contributo di ogni singolo componente. Il progetto prevede anche la somministrazione di due prove di verifica, a metà e nella parte finale del progetto.
In questa prima fase  ogni gruppo sarà tenuto a ricercare informazioni sui seguenti luoghi:
• Città di Parigi (posizione geografica, numero di abitanti, cenni storici, urbanistica, maggiori luoghi di interesse);
• Museo dei pesi e delle misure;
• Pantheon e pendolo di Foucault;
• Saint-Germain des Prés e la tomba di Cartesio;
• La Citè des Sciences et de l’Industrie.

Fase 2 (2h). Gli alunni, divisi in gruppo di lavoro, consultano dei siti già selezionati dagli insegnanti per ricercare delle informazioni sulla città di Parigi e sui luoghi da visitare.
Successivamente, avranno a disposizione del materiale informativo già selezionato dagli insegnanti per individuare, tra le alternative proposte, il mezzo di trasporto più adatto nel rispetto delle esigenze del gruppo, del budget e dell’ambiente. I dati raccolti saranno organizzati, tabulati e discussi. Al termine della ricerca, in seguito al confronto fra le proposte dei singoli gruppi, la classe individuerà il mezzo di trasporto migliore.

Realizzazione pratica.Ogni gruppo decide, dopo aver analizzato i dati forniti sui mezzi di trasporto e sulle distanze chilometriche, qual è il mezzo di trasporto più conveniente per raggiungere la città di Parigi, tenendo conto dei seguenti elementi:
• Partecipanti al viaggio di istruzione: 45 persone
• Durata viaggio : 4 giorni
• Distanza Castel Goffredo – Parigi: 980 km

Fase 3 (1h). Gli insegnanti forniscono del materiale informativo riportante i costi, le caratteristiche e la posizione per il soggiorno in strutture alberghiere della città. I gruppi, dopo aver visionato il materiale loro fornito, sceglieranno, motivandola, la più conveniente sistemazione.  Al termine della ricerca, in seguito al confronto fra le proposte dei singoli gruppi, la classe individuerà la sistemazione migliore.

Realizzazione pratica.Ciascun gruppo sceglie l’alloggio più adatto alle esigenze del viaggio (vicinanza ai luoghi da visitare, prezzo, maggiore facilità di accesso alla linea metropolitana…), analizzando una serie di possibili sistemazioni alberghiere.

Fase 4 (3h). Gli insegnanti forniscono cinque mete rilevanti a livello scientifico, scelte in base agli argomenti del programma di studio, che dovranno essere visitate:
– Museo dei pesi e delle misure;
– Pantheon e pendolo di Focault;
– Palais de le découverte;
– Saint – Germain des Prés e la tomba di Cartesio;
– la Citè des Sciences et de l’Industrie.

Gli alunni svolgono una breve presentazione dei luoghi da visitare, avendo cura di individuare il tragitto con la metro da seguire a partire dall’alloggio, indicando costi e tempi. A garanzia del successo della ricerca l’insegnante fornirà una tabella riassuntiva delle informazioni essenziali richieste.  Al termine della ricerca, in seguito al confronto fra le proposte dei singoli gruppi, la classe individuerà la soluzione migliore.

Realizzazione pratica.Ogni gruppo per individuare il percorso in metropolitana dall’albergo ai luoghi da visitare, è guidato dalle seguenti istruzioni:
• Collegarsi al sito http://www.ratp.fr/
• Scegliere “ Plan interactiv
• Cliccare, poi, “Recherche sur le plan
• Col tasto sinistro scegliere la bandiera verde per la stazione di partenza
• Andare ancora su “ Recherche sur le plan
• Col tasto sinistro scegliere la bandiera rossa per la stazione di arrivo
• Scegliere “Itinéraire
• Prima di cominciare una nuova ricerca selezionare “Effacher l’itinéraire”.

Fase 5 (3h). Ogni gruppo, raccolte tutte le informazioni riguardanti il mezzo di trasporto, l’alloggio e i luoghi da visitare, redige il proprio opuscolo e presenta il lavoro al gruppo classe.

Realizzazione pratica.Alla fine del percorso ogni gruppo presenta il suo opuscolo che viene valutato tenendo conto delle caratteristiche richieste inizialmente (Scheda di valutazione del prodotto).

Nelle immagini seguenti ne sono presentati alcuni:

P1000980

P1000979

P1000978

 

VALUTAZIONE

INTERSOGGETTIVA

Ogni alunno sarà valutato in itinere mediante griglie di osservazione redatte, precedentemente, dagli insegnanti.

EMPIRICA

Sono previste due prove, la prima delle quali di minore complessità, secondo la modalità INVALSI, che servono a verificare conoscenze e abilità acquisite nel corso del progetto proposto.
Realizzazione pratica.Per valutare ogni alunno nel lavoro di gruppo, gli insegnanti hanno preparato una apposita tabella valutativa. Le due prove di verifica: intermedia e finale, hanno fornito elementi di valutazione per i singoli alunni. Si sono fissati anche dei precisi criteri per esprimere la valutazione finale.

 

 

I commenti sono chiusi