Progettare per competenze. Il booktrailer della mia classe

Unità di apprendimento di Italiano per la classe prima
di Giusy De Pasquale e Tiziana Patera

L’attività realizzata è stata progettata, per tre classi prime della scuola secondaria di primo grado dell’IC Castel Goffredo, dagli insegnanti di lettere, ma hanno contribuito al progetto, in un’ottica interdisciplinare, tutti i docenti della classe.

Presentazione del progetto e sua realizzazione

La scelta di lavorare sul libro Alla ricerca del Pianeta verde e Il regno di Golosonia è risultata in linea con la mission educativa dell’istituto che si propone di promuovere competenze di cittadinanza attiva e responsabile e si concretizza con il progetto “ecoscuola”, già consolidato negli ultimi anni attraverso iniziative volte a sensibilizzare al rispetto ambientale e allo sviluppo sostenibile.

Anche nella metodologia, si è fatto riferimento al Pof che predilige la valorizzazione di laboratori e nuove tecnologie soprattutto per consentire un approccio inclusivo agli alunni con disabilità o difficoltà e per favorire la socializzazione e la gestione di sé. Nel pieno rispetto delle norme sull’inclusione, i testi oggetto di studio sono stati, dunque, forniti ai ragazzi in formato pdf in modo da consentire anche ai DSA di utilizzare i relativi software di lettura (Balabolka, leggiXme, ecc.). L’organizzazione iniziale del lavoro ha previsto una suddivisione di ciascuna classe in quattro gruppi che ha tenuto conto, per quanto possibile, dei livelli di apprendimento, del grado di socializzazione, della tendenza ad assumere ruoli di leadership positiva o meno e dell’integrazione dei soggetti con difficoltà.

TITOLO: Il booktrailer della mia classe

DATI IDENTIFICATIVI  

Anno scolastico: 2014-15
Scuola: Sec. 1° grado ‘Virgilio’, Castel Goffredo (Mn)
Destinatari: classe I B, I E, I G
Insegnanti coinvolti: Giusy De Pasquale, Tiziana Patera.

COMPITO UNITARIO
Realizzare un booktrailer dei libri Alla ricerca del Pianeta verde e Il Regno di Golosonia

La realizzazione di un booktrailer comporta significativi vantaggi per gli studenti, in quanto è di breve durata e prevede la trasformazione di un libro in un altro tipo di testo. Per poterlo produrre si presuppone che gli studenti abbiano chiari alcuni importanti elementi della storia raccontata, che siano in grado, materialmente, di costruirlo e sappiano esprimersi sia a parole che attraverso altre forme di comunicazione: immagini, suoni, musica, e così via.

COMPETENZE ATTESE

  • Leggere, analizzare e comprendere testi scritti
  • Produrre testi scritti, immagini e suoni in relazione a diversi scopi comunicativi

COMPETENZE TRASVERSALI

  • Costruire un ambiente di lavoro inclusivo
  • Agire da cittadini attivi e responsabili

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

Italiano

Conoscenze

  • Tecniche per isolare ed evidenziare negli appunti concetti importanti (sottolineature e mappe)
  • Principali tipologie testuali e tecniche della produzione scritta

Abilità

  • Produrre testi scritti, a seconda degli scopi e dei destinatari e operare transcodifiche (da un genere all’altro)
  • Svolgere progetti tematici (relazioni di ricerca, frutto di lavori di gruppo, ecc.) e produrre testi adeguati sulla base di un progetto stabilito

Geografia

Conoscenze

  • Principali problemi dell’attuale condizione ambientale del pianeta Terra
  • Le trasformazioni operate dall’uomo nel territorio

Abilità

  • Adottare possibili interventi per migliorare l’ambiente in cui si vive (es. raccolta differenziata)
  • Elaborare e adottare modelli di comportamento improntati al rispetto e al risparmio delle risorse naturali: acqua, energia e calore

Scienze

Conoscenze

  • Ecosistema Terra: acqua, aria, suolo

Abilità

  • Identificare in termini essenziali i rapporti tra uomo e natura

Arte e Immagine – Tecnologia

Conoscenze

  • Il rapporto immagine-comunicazione nel testo visivo e narrativo
  • Gli elementi fondamentali dei linguaggi audiovisivi, multimediali e informatici
  • Conoscenze informatiche di base (Word, PowerPoint)

Abilità

  • Produrre immagini con uso di tecniche diverse e utilizzarle per la progettazione di un lavoro multimediale

Musica

Conoscenze

  • Usi e funzioni della musica nei mass-media

Abilità

  • Elaborare accompagnamenti musicali a testi verbali e figurativi


TEMPI

Febbraio-maggio


ATTIVITÀ

Fase 1. Attività 1-2. L’esperienza è partita con la presentazione del volume alla classe e la spiegazione del lavoro da portare a termine, il booktrailer, attraverso la visione di alcuni esempi su youtube.

La prima parte del lavoro (attività 1-2) è durata circa due mesi ed è iniziata con un’accurata lettura del volume e con contestuale riflessione e approfondimento delle tematiche affrontate in classe, anche attraverso l’ausilio di strumenti multimediali preparati dai docenti o espressamente indicati nella sitografia proposta dagli autori dei libri.
Sono stati trattati e discussi tutti i contenuti dei volumi attraverso conversazioni guidate, visioni di filmati (con i docenti di lettere in compresenza) e si sono resi partecipi gli insegnanti delle classi che avrebbero contribuito al progetto in un’ottica interdisciplinare.

Agli studenti è stata somministrata, poi, una verifica di comprensione del testo letto.

Attività 3. Contestuale alle attività 1-2 è stata la realizzazione del materiale, dei disegni e la produzione di testi da inserire nel booktrailer.

Fase 2. Concretizzazione dei booktrailer. Attività 1. Gli allievi di ogni classe, suddivisi in quattro gruppi, si sono cimentati nella digitalizzazione di testi e nella scansione di immagini adeguate alle tematiche affrontate e nella produzione di testi da inserire nel booktrailer.
Il materiale prodotto è stato completato con l’inserimento di una base musicale opportunamente selezionata.
Attività 2. Le classi si sono messe alla prova con una riscrittura a più mani del testo, seguendo le tracce proposte dai docenti: Il dottor Green e Capitan Sostenibile da Lago Azzurro a Castel Goffredo, problemi e “azioni concrete” e La principessa Golosina e la festa delle verdure golose.
Attività 3. Per consentire un confronto fra le classi si è organizzato un momento di condivisione dei lavori eseguiti e di riflessione finale.

VALUTAZIONE

  • Osservazione sistematica dell’alunno nelle diverse fasi del percorso laboratoriale e compilazione della rubrica valutativa.

Rubrica

LEGENDA :
–  Non ha raggiunto gli obiettivi minimi                voto: 4/5
– Ha raggiunto sufficientemente gli obiettivi       voto: 6/7
– Ha raggiunto pienamente gli obiettivi              voto: 8/10

A – Controllo periodico dei compiti assegnati (impegno, ordine, originalità).
B – Somministrazione di una verifica di comprensione del testo al termine della fase 1 attività 2.

 

Obiettivi raggiunti nella realizzazione pratica

L’osservazione sistematica delle classi durante le attività e il controllo periodico del materiale di lavoro hanno mostrato che in generale gli obiettivi previsti sono stati raggiunti, anche se non da tutti gli allievi delle tre classi.

In particolar modo la costruzione di un ambiente di lavoro inclusivo non è stato totale in una delle classi coinvolte nel progetto, dove i gruppi hanno avuto maggiore difficoltà a lavorare e alcuni studenti si sono dedicati al progetto con superficialità (tanto per le consegne domestiche quanto per le attività svolte in classe). Diversa la situazione per le altre due classi che hanno mostrato, tranne in pochissimi casi, interesse e partecipazione soddisfacente nel lavoro in classe e a casa.

Dalla lettura dei risultati del monitoraggio del progetto, somministrato in tutte le classi, è evidente che l’attività che ha avuto maggior successo è stata la fase di realizzazione del booktrailer in aula informatica. L’uso dei dispositivi tecnologici a scuola avvicina molto gli studenti al mondo della cultura in generale e senza dubbio consente un approccio inclusivo agli alunni con disabilità o difficoltà e favorisce la socializzazione e la costruzione di un ambiente di lavoro sereno e propositivo.

Anche l’organizzazione delle classi in gruppi di lavoro è stata vissuta con entusiasmo da molti degli allievi, ma non sono mancati lamentele e momenti delicati da gestire. Una buona percentuale di studenti ha evidenziato qualche carenza nella divisione dei gruppi e ha proposto criteri diversi per una eventuale successiva riformulazione di questi.

Riflessioni finali

La progettazione iniziale dell’attività è stata elaborata all’inizio del secondo trimestre. Nella prima ideazione il progetto era molto ambizioso e costituito da diverse fasi di lavoro e due compiti di realtà: il booktrailer del libro e la riscrittura della storia. In realtà il progetto si è interrotto con la realizzazione del booktrailer.

Il giudizio sul progetto è senza dubbio positivo e le attività sono state formative e istruttive per gli allievi sotto tanti aspetti, cognitivi, relazionali, disciplinari. Questo tentativo mostra, tuttavia, i limiti della “prima” volta. In una futura esperienza si potrebbe immaginare di partire ad inizio anno scolastico e di concludere a giugno, anche con un incontro con gli autori ai quali i ragazzi possano fare un’intervista e mostrare i loro prodotti finali.

 

Prodotti

Alla ricerca del Pianeta verde

Capitan Saetta e il Dottor Green

Capitan Saetta e il Dottor Green

Capitan saetta diventa Capitan Sostenibile

Capitan Saetta diventa Capitan Sostenibile

Inquinamento

Inquinamento

Penuria idrica

Penuria idrica

Raccolta differenziata

Raccolta differenziata

La rana bollita

La Rana bollita

Test sull’impronta ecologica

Questionario sull’acqua

Scheda di monitoraggio

Verifica di comprensione

 

Il Regno di Golosonia

Il Regno di Golosonia

Il Regno di Golosonia

Il Principe di Verdulandia

Il Principe di Verdulandia

Golosina e il Ciambellano

Golosina e Ciambellano

Ciarla e Tano

Ciarla e Tano

Verdurix

Verdurix

 

 

PRODOTTI FINALI

https://youtu.be/TTiLx_kIjis                                Alla ricerca del Pianeta verde

https://youtu.be/gq38UxCnysI

https://youtu.be/xBYuz44c41k

https://youtu.be/hXLtz2MEYM8

https://youtu.be/MiDN75mIbP4

https://youtu.be/-WMZHu8SA5I

https://youtu.be/MLmBYruorBY

https://youtu.be/MHbew9hFrrM

https://youtu.be/i22_sb5c-5M                                 Il Regno di Golosonia

10 Comments:

  1. Perché in una così bella unità di apprendimento proprio di Italiano, iniettare fin dal titolo una locuzione straniera? Non si può trovare un’espressione pertinente italiana? Scusatemi per la piccineria, ma mi è venuta così spontanea…

    • Alessandra Albisani

      Buongiorno a tutti! Bello il lavoro proposto! Poche le discipline coinvolte…oltre a lingua anche scienze motorie può inserirsi…attraverso un lavoro sui sani stili di vita…alimentazione corretta e movimento!

      • Caterina Vittori

        Certamente si potrebbe prevedere l’intervento di altre discipline. L’esperienza proposta è stata davvero realizzata nel modo descritto, ma intende fornire degli spunti per la progettazione di altre attività più adatte alle diverse realtà scolastiche e al livello di collaborazione dei docenti che operano sulle classi coinvolte.

I commenti sono chiusi