Insieme verso l’EXPO 2015

di Maria Caterina Vittori

Molte sono le Organizzazioni che in vista dell’Expo 2015 stanno elaborando proposte  e diffondendo materiali che affrontano da diversi punti di vista il tema centrale dell’Esposizione: Nutrire il pianeta – Energia per la vita.

Expo

Ecco una breve e parziale rassegna di iniziative utili ai docenti per progettare Unità di apprendimento su tematiche attuali che contribuiscano allo sviluppo di una coscienza ecologica fondata su informazioni attendibili.

Il WWF (http://www.wwf.it/) ha presentato il 30 settembre 2014 a Milano il Living Planet Report 2014 ,  il rapporto che viene pubblicato ogni due anni per fare il punto sullo stato di salute del Pianeta e sul consumo  mondiale delle risorse.

Report
Dai dati raccolti nell’indagine, appare evidente che la perdita in biodiversità e la crescita eccessiva dell’impronta ecologica (misura del consumo della natura da parte dell’umanità) minacciano i sistemi naturali e il benessere umano; prenderne atto costituisce certamente uno stimolo per invertire la tendenza.
In particolare, l’indicatore dell’Impronta ecologica mostra che tutti i 27 paesi dell’Unione europea vivono oltre i livelli di “un pianeta” e fanno pesantemente affidamento sulle risorse naturali di altri paesi. Se tutti gli abitanti della Terra mantenessero il tenore di vita di un cittadino europeo medio l’umanità avrebbe bisogno di 2,6 pianeti per sostenersi; 2,6 pianeti è anche l’impronta ecologica dell’Italia. È, quindi, urgente cambiare rotta.
Il rapporto, che ha come sottotitolo “Specie e spazi, gente e luoghi”, si può scaricare in pdf  nella forma sintetica in italiano  o nella versione inglese integrale.
In vista dell’Expo, che si interroga su come sia possibile fornire cibo in maniera sostenibile ad una popolazione di 9.6 miliardi di persone previste dalle proiezioni ONU per il 2050, il WWF ha ristrutturato completamente la piattaforma web del  programma ONE PLANET FOOD   destinata a diffondere a tutti i contenuti e le pratiche per una produzione sostenibile.

Oneplanet

Inoltre, molte delle soluzioni politiche contenute nel Living Planet Report 2014 confluiranno nella Carta dell’Expo dei Popoli, frutto di un forum mondiale della società civile e dei movimenti contadini che si svolgerà a Milano nei giorni 1-6 giugno 2015.

 Tenendo conto del tema dell’Expo 2015, Nutrire il Pianeta, energia per la vita, l’Organizzazione ambientalista Green Cross (http://www.greencrossitalia.org/), in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, ha deciso di intitolare Per un pugno di semiil concorso nazionale Immagini per la terra, giunto alla XXIII edizione.

Semi

Nell’anno scolastico 2014-15  studenti e insegnanti sono invitati a porre al centro della riflessione sull’ambiente la questione dell’alimentazione sana e sostenibile e, in particolare, l’importanza della conservazione della biodiversità per la sopravvivenza umana.
I semi, minuscoli ma preziosi tesori, sono sempre più a rischio di riduzione perché si trovano al centro di speculazioni e battaglie, guerre burocratiche e legali, economiche e finanziarie. Si stima che esistano circa 10 000 specie vegetali adatte all’alimentazione umana e all’agricoltura. Oggi se ne commercializzano poco più di 120, dodici delle quali coprono circa l’80% del fabbisogno alimentare mondiale. Secondo la FAO, anche questo numero è in calo: abbiamo già perso più del 75% della biodiversità delle sementi per colpa delle monocolture e delle pratiche industriali. E le previsioni per il futuro non sono tranquillizzanti; entro il 2055 a causa dei cambiamenti climatici scompariranno tra il 16 e il 22% dei parenti selvatici di colture importanti come arachidi, patate e fagioli, che costituiscono il cibo delle comunità locali.
Approfondendo il tema del concorso, anche le nuove generazioni potranno affrontare la questione alimentare  a partire dai tre principi su cui si fonda lo sviluppo sostenibile: porre fine alla povertà estrema; assicurare che la prosperità sia condivisa da tutti; proteggere l’ambiente naturale.
Riflettendo sui temi della sovranità e della sicurezza alimentare, si scoprirà l’importanza di un nuovo modello di sviluppo, capace di assicurare un futuro sostenibile al Pianeta e alle prossime generazioni.

Immaginiper la terra

Il concorso di Immagini per la Terra chiede ai ragazzi di realizzare elaborati usando i diversi linguaggi della comunicazione; si può partecipare inviando giornalini, reportage, disegni, fumetti, elaborati multimediali, fotografie, spot, video e  brani musicali che promuovano un consumo responsabile dei prodotti, delle risorse e del territorio.
I lavori saranno sottoposti al giudizio di una commissione di specialisti, composta da giornalisti, artisti, esperti ambientali, che individuerà entro la fine dell’anno scolastico 8 vincitori, due per ogni ordine di scuola; per ogni istituto vincitore è in palio un premio in denaro che potrà essere impiegato a sostegno di iniziative ambientali nel nostro o in altri Paesi, contribuendo ad affermare un diritto al cibo che sia davvero di tutti.
Il termine per la spedizione degli elaborati è stato fissato al 30 marzo 2015 per tutti gli ordini di scuola.
Il bando e la scheda del progetto didattico si possono scaricare dal sito del concorso.

L’alimentazione corretta e sostenibile, la lotta agli sprechi, la diffusione di buone pratiche nella coltivazione e nella commercializzazione sono tematiche che la Fondazione Barilla CFN (Center for Food and Nutrition) affronta da tempo con varie iniziative (convegni con esperti, dibattiti,  pubblicazioni, …), descritte e segnalate anche in precedenti articoli (Accrescere la coscienza ecologica; Ambiente, alimentazione e lotta agli sprechi).

Barilla

In occasione dell’Expo 2015, sul sito della Fondazione (http://www.barillacfn.com/) si è avviato un dibattito aperto per giungere alla stesura di un Protocollo di Milano condiviso, con l’intento di promuovere stili di vita sani, diffondere l’agricoltura sostenibile, fermare lo spreco alimentare.
Si è partiti da una bozza preliminare  su cui si è aperto un ampio dibattito, si è indetto un concorso BCFN YES!,  rivolto ai giovani studiosi interessati a proporre soluzioni sostenibili in ambito agro-alimentare, si è organizzata la sesta edizione del Forum Internazionale su alimentazione e nutrizione, per tirare le somme di quanto è emerso sui temi esaminati.

Forum nutrizione

Il convegno si terrà a Milano il 3 e 4 dicembre 2014; la prima giornata, dedicata alla presentazione delle idee finaliste del concorso BCFN YES!,  potrà essere seguita in diretta streaming sul sito della Fondazione o dalla pagina Facebook di BCFN; nella successiva giornata interverranno numerosi relatori per presentare aggiornamenti ai tre temi centrali del Protocollo: lotta alla fame e all’obesità, riduzione dello spreco alimentare e promozione di un’agricoltura più sostenibile.
Si può anche scaricare dal sito in pdf  il fascicolo From Kyoto to Milan (versione bilingue inglese – italiano), che affronta i temi esaminati.

I commenti sono chiusi