Gita scolastica: scopri subito come progettarla all’insegna del turismo sostenibile

Abstract

La scuola dell’autonomia mira a progettare la sua identità attraverso un forte radicamento nei contesti territoriali, esaltando la componente locale del curricolo e l’incontro con le culture e la storia delle città, con la trama dei saperi ambientali, con i sistemi, le comunità e le attività dei territori.
La 70ma Assemblea generale delle Nazioni Unite ha dichiarato il 2017 Anno internazionale del turismo sostenibile per lo sviluppo“, riconoscendone il ruolo per “promuovere una migliore comprensione tra i Paesi, favorire una maggiore coscienza della ricchezza del patrimonio delle diverse civiltà e portare a un migliore apprezzamento dei valori inerenti alle diverse culture, contribuendo così al consolidamento della pace nel mondo“.
In questa prospettiva la preparazione al viaggio d’istruzione può diventare una grande occasione educativa in cui i temi della sostenibilità, dell’intercultura, del valore e della tutela dei beni ambientali e culturali, acquistano un ruolo primario nel processo formativo e nella trasformazione dello studente da semplice turista a viaggiatore consapevole.
L’unità di apprendimento propone la progettazione di un viaggio d’istruzione nel proprio territorio che rispetti principi e caratteristiche del turismo sostenibile.
Dopo un’analisi di documenti e la consultazione di siti riguardanti il turismo responsabile, gli studenti  realizzano una scheda informativa, corredata di cartine, foto e immagini,  proponendo una gita di tre giorni nel proprio territorio,  in coerenza con i principi di giustizia sociale ed economica e nel pieno rispetto dell’ambiente e delle culture.
Vengono offerti spunti all’insegnante per la costruzione di rubriche valutative e di autovalutazione, quali strumenti utili ai fini del monitoraggio dello sviluppo delle competenze.
                                                                                            Martina Bocchi

Effettua la registrazione gratuita sul portale www.tuttoscuola.com per visionare l’intera UA clicca qui

I commenti sono chiusi