Sentirsi tutti corresponsabili della custodia della Terra: dalla “Carta della Terra”, alla “Carta di Milano”, passando per l’enciclica ecologica “Laudato si'”

Unità di apprendimento di Cittadinanza e costituzione per la classe terza
di Patrizia Monetti

Compito unitario. Leggere, analizzare e confrontare parti dei tre documenti, ricavandone la struttura, i contenuti fondamentali e i valori condivisi. Realizzare un pieghevole per diffondere la conoscenza e i valori dei tre documenti. Adottare a distanza un bosco, un animale, un luogo da proteggere.

Competenza. Agire in modo autonomo e responsabile.

Obiettivi di apprendimento. 1. Confrontare, su uno stesso argomento, informazioni ricavabili da più fonti, selezionando quelle ritenute più significative. 2. Riformulare in modo sintetico le informazioni selezionate e riorganizzarle in modo personale. 3. Scrivere testi di forma diversa. 4. Assumere comportamenti e scelte personali ecologicamente sostenibili. 5. Rispettare e preservare la biodiversità nei sistemi ambientali. 6. Realizzare esperienze.

Obiettivi formativi. L’alunno:
– sviluppa una coscienza civica responsabile e socialmente matura;
– comprende il legame tra diritti umani e diritti ambientali;
– sa reperire informazioni da un motore di ricerca.

Attività laboratoriali. Si propone un lavoro interdisciplinare con Scienze, Italiano, Tecnologia, Arte e Immagine. Per l’attività proposta si prevede una durata di circa otto ore.

Fase 1. Le Carte. Il docente, in una lezione introduttiva, avvia l’UA spiegando alla classe il percorso da intraprendere: verranno analizzati tre documenti molto importanti per l’educazione ambientale responsabile. Si presenta la mappa con i nomi e i loghi che possono essere copiati sui quaderni:

imm 1

Si chiede quindi ai ragazzi, divisi in gruppi, di ricercare su internet le seguenti informazioni:
tab 1

Siti di riferimento:
http://www.cartadellaterra.it/index.php
http://www.expo.rai.it/carta-di-milano-expo2015/
Testo “Carta della Terra”:
http://www.cartadellaterra.it/index.php
Testo “Carta di Milano”:
http://www.expo.rai.it/wp-content/uploads/2015/04/Scarica-la-Carta-di-Milano.pdf
Testo enciclica “Laudato si’”: http://w2.vatican.va/content/francesco/it/encyclicals/documents/papa-francesco_20150524_enciclica-laudato-si.html

Fase 2. “La Carta della Terra”: documento pioniere. Questa seconda fase è dedicata allo studio ed approfondimento del primo documento che è stato redatto sulla base di un processo di consultazione globale ed è stato approvato da organizzazioni rappresentative di milioni di persone a inizio millennio. La Carta della Terra è composta dal Preambolo e dal testo vero e proprio, suddiviso in brevi paragrafi. Questa la struttura delle due parti:

imm 2

La parte conclusiva si intitola “La strada in avanti” e affida ai lettori questo messaggio: “Possa la nostra epoca essere ricordata per il risveglio di una nuova riverenza per la vita, per la risolutezza nel raggiungere la sostenibilità, per l’accelerazione della lotta per la giustizia e la pace e per la gioiosa celebrazione della vita.
Si può leggere con la classe la sezione del sito “Guida alle azioni”, riflettere sul contenuto con una discussione guidata e organizzare un gioco di ruolo in cui alcuni alunni si calano nei panni di uomini di età passate in sintonia con ambiente e natura ed altri rappresentano la posizione dell’uomo contemporaneo. Ciascun gruppo dovrà apportare opportune argomentazioni per difendere il proprio stile di vita.

Fase 3. 2015: anno di svolta. Nel 2015 sono stati emessi gli altri due grandi documenti: l’enciclica e la Carta di Milano, quest’ultima legata all’evento dell’Expo, di cui rappresenta l’eredità immateriale. Anche per queste due promulgazioni è possibile leggere il testo integrale nei siti sopra indicati.
Come brainstorming si chiederà ai ragazzi chi ha visitato lo scorso anno l’Expo e se, nel Palazzo Italia, ha avuto modo di vedere la sala dedicata alla Carta di Milano, dove tutti i cittadini potevano firmare per aderire ai suoi principi. Gli interventi vengono raccolti nei diari di bordo.

imm 3imm 4

Si consiglia a questo punto di organizzare un lavoro di gruppo in modo che i ragazzi possano analizzare parte dei documenti e socializzare i risultati, creando una sintesi ed un confronto sulle tematiche affrontate. In particolare si comprenderà come tutti questi testi partano dalla considerazione che l’uomo sta danneggiando gravemente l’ambiente e il pianeta e giungano alla conclusione che è necessario modificare le abitudini di vita di ciascuno perché ogni persona è corresponsabile nella cura della “casa comune”. Questo il messaggio che deve giungere forte e chiaro ai giovani per stimolarli ad una “conversione ecologica”.
A conclusione del percorso si consiglia la visione del film “2075 il clima che verrà” in cui sono immaginati i cambiamenti climatici possibili in un futuro non molto lontano.
Qui una scheda di presentazione del film: http://www.cinemambiente.it/film_ambiente/3977_2075:_il_clima_che_verr%C3%A0.html
A conclusione di tutte le attività i ragazzi sono pronti per predisporre, con la collaborazione dei docenti di tecnologia e arte, un pieghevole per presentare alle classi prime i tre documenti studiati.
Infine è necessario passare dalla teoria alla pratica, perciò i docenti suggeriranno alla classe una azione di salvaguardia concreta: adottare un bosco, un animale o un luogo da proteggere.
Di seguito i siti del FAI e del Corpo Forestale che propongono iniziative interessanti:
http://www.visitfai.it/boscodisanfrancesco/il-tuo-sostegno/se-sei-un-individuo
http://www.corpoforestale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/4073
Questa del Corpo Forestale è una campagna di qualche anno fa, ma può comunque essere indicativa.

Verifica, valutazione, monitoraggio. Per verificare conoscenze e competenze acquisite si propone agli alunni uno dei seguenti lavori (a scelta del docente):
– scrivi alcune pagine del tuo diario personale nelle quali racconti il percorso svolto (diario di bordo);
– scrivi una lettera aperta ad un quotidiano che inizi nel modo seguente: “Sono un ragazzo di 13 anni che si batte per costruire una società pacifica, sostenibile, giusta, libera e solidale…”.
– fai un disegno ispirato a questa frase:  “è molto nobile assumere il compito di avere cura del creato con piccole azioni quotidiane” (da “Laudato si’”, 211)

Valutazione. L’alunno conosce i tre documenti e si rende conto dell’importanza di cooperare per la salvaguardia del pianeta (accettabile); l’alunno assume spontaneamente comportamenti e scelte personali ecologicamente sostenibili (eccellente).

                                                                                                        Patrizia Monetti

Della stessa autrice è presente sul sito l’articolo Ricavare principi etici dalla lettura della “Carta della Terra”.